Notizie biografiche degli Autori

GIORGIO ANTINORI
Giorgio Antinori ha studiato alla Scuola del Libro di Urbino, ha insegnato all’Istituto d’arte di Spoleto, di Ancona e di Fano, sua città natale. Numerose le mostre personali e collettive cui ha partecipato in Italia ed anche all’estero. Con tecniche diverse (disegno, acquerello, incisione, olio, scultura, fotografia), ha attraversato le stanze dell’anima, risvegliando i demoni, gli abissi, i paesaggi interiori che si riflettono ancora oggi nella luce e nell’ombra della sua multiforme ispirazione. In essi Antinori cerca corrispondenze attraverso i colori ed i materiali: ossidi, pietra, legno, juta, ferro, carta. Rintraccia nella grafite le ragioni prime della scrittura con i libri scolpiti.
Passa dal figurativo all’astrattismo e viceversa. Anche le sue sculture suggellano un percorso di ricerca ricorrente: gli elementi dei primordi ammoniscono l’uomo contemporaneo a rintracciare l’essenzialità e la ricchezza insita nella natura. È la natura che lo guida in un circolo virtuoso ma severo: l’artista lo riconosce e lo persegue con ostinazione. Dall’osservazione minuziosa, nasce lo stupore e l’ammirazione degli elementi naturali aggregati spontaneamente, che egli decontestualizza e lascia in paziente attesa, affinché il tempo faccia su di essi il lavoro di decomposizione e di stratificazione. Ragnatele, sfaldature e sgretolamenti sono la misura della deperibilità, ma anche delle opportunità artistiche di Antinori. La sua ricerca stratigrafica della realtà, è rappresentata nei suoi aspetti più vari ed è registrata attraverso manufatti che la recuperano, in sintonia con l’esigenza interiore dell’artista.
ROBERTO BERGAMO
Roberto Bergamo, conosciuto nel mondo della mail-art e dell’illustrazione come Dipintendo, è nato nel 1977 a Lecce dove ha frequentato l’Accademia di Belle Arti diplomandosi in pittura.
È membro di I.U.O.M.A. (International Union Of Mail Artists) e le sue opere sono presenti negli archivi internazionali di mail-art.
Appassionato di scrittura e poesia visiva, a 17 anni ha pubblicato il suo primo libro di poesia dal titolo ‘Specchi dell’anima’ per le Edizioni del Grifo.
Ha redatto fanzines e libelli d’artista (Spleen, Tamagothic, A-Tra-Verso) e illustrato libri e racconti.
Nel 2001 e nel 2014 ha collaborato con la rivista letteraria Ellin Selae di Cuneo realizzando mille piccole opere originali allegate alla rivista.
Dal 1994 ha partecipato a mostre personali e collettive e dal 2012 porta avanti il suo progetto di art trading cards chiamato “Lost Identity” realizzando opere ACEO (Art Card, Editions and Originals) di 64 x 89 mm (2 ½ x 3 ½ pollici) coinvolgendo artisti da tutto il mondo.
PAOLA BLASUCCI
Paola Blasucci è nata a Foligno settantatre anni fa. Ha insegnato Lettere nella Scuola Media e continua a dedicarsi alla ricerca nel campo letterario. Ha pubblicato nella rivista” Umbria” un racconto ambientato nello scenario di guerra della ex Jugoslavia.
Si è dedicata all’Attività teatrale, creando il gruppo “Blabusker”, con il quale ha realizzato vari spettacoli di Teatro di Figura, destinati soprattutto al pubblico adulto, coadiuvata da un piccolo gruppo di giovani e del poeta Luciano Cicioni. Particolare l’apprezzamento del pubblico per la rappresentazione de “L’Opera da tre soldi”, “Don Chisciotte “e “Giulietta e Romeo”. Attualmente sta curando la pubblicazione di una antologia di Letteratura italiana e straniera, interminabile territorio di ricerca e di appagamento.
BLUER
Lorenzo Viscidi Bluer è nato a Venezia nel 1962 vive ed opera a Padova – con studio e mostra permanente in Palazzo Badoer Pittore (colori ad olio, acrilici e inchiostri su tela) e scultore (plexiglas, ceramica, vetro di Murano) ha esposto a partire dal 1992 le proprie opere in più di cento mostre personali in tutto il territorio nazionale e partecipato a mostre ed eventi artistici in: Argentina, Australia, Austria, Brasile, Inghilterra, Finlandia, Francia, Germania, Polonia, Slovenia, Spagna, Svezia, Turchia, Ungheria, Usa e Venezuela.
Ha partecipato ad eventi collaterali della 52° Biennale di Venezia Arte e della 12° Biennale di Venezia Architettura.
È stato invitato alla 54° Biennale di Venezia Arte nella sezione artisti veneti.
Vincitore della Biennale della Saccisica come pittore e della prima edizione Biennale di Asolo come scultore.
Ha inoltre pubblicato nel 2002 per i tipi dell’editore Campanotto di Udine il libro “L’uomo che incontrava i canguri – racconti per inquieti e ipocondriaci”.
FELICIA BRIGANTE
È nata a San Pietro Vernotico (Br). Ha conseguito il Diploma di Maturità di Stilista di Moda presso IPSS “Francesca Laura Morvillo Falcone” di Brindisi.
Nel 1997 si laurea alla Scuola di Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Lecce, con una tesi in Filosofia ed Estetica dal titolo “Scrittura di un territorio”.
Espone dal 1994 in attività pubbliche e mostre collettive.
1994 – Operazione Spiagge Pulite, AZIONE ARTISTICO-AMBIENTALISTA: “Ho scritto t’amo sulla sabbia”, gesti e segni intorno alla natura. Punta Penna Grossa, Marina di Carovigno. 1996 – “Segnalibro: segni e segnali della Penisola Salentina”. Rassegna di grafica itinerante Convento degli Agostiniani Melpignano (Le). 1997 – ” Vernole in posa” esposizione di opere organizzata dall ‘Associazione Arcimondo Pisignano (Le). 1997 – “Cortili Aperti” concorso di disegno e relativa mostra organizzata dall’ABA di Lecce. 1997 – “Omaggio a Pier Paolo Pasolini” rassegna grafica con la collaborazione: Associazione Incisori Pugliesi, Stamperia Zaiama e Comune di Lusevera (Ud). 1998 – “Estemporanea di Pittura” organizzata dall’Associazione Volontari Giovani Handicappati Monteroni di Lecce. 1998 – “1a Estemporanea di Pittura: vita, personaggi, scorci del piccolo porto di Cesario”, in collaborazione con l’Associazione Nnakua. 2001 – “ArtSom moStra” collettiva d’arte Galleria Torre Matta – Otranto (Le). 2003 – Progetta la realizzazione di capi di abbigliamento e pigiameria per aziende tessili del territorio. 2005 – “Collettiva d’Arte”, Centro storico di Cellino San Marco (Br), Pro Loco del medesimo Comune. 2012 – “Creare” Corso di pittura a cura di Felicia Brigante, Cellino San Marco (Br). 2014-2016 Progetta e realizza pitture da interno e vetrate artistiche sotto committenza.
ANTONIO CHIARELLO
Nasce a Ortelle nell’ottobre del 1955. Autodidatta da sempre, si iscrive nel 1978 all’Accademia di Belle Arti di Lecce, corso di Pittura.
Contemporaneamente si interessa di fotografia, grafica e tutto ciò che attiene all’Arte e alla Bellezza. Del Salento ne racconta l’anima autentica attraverso svariate tecniche, cercando ogni volta di vederlo con gli occhi stupiti di un viaggiatore del Gran Tour.
ALESSANDRO DELL’AVVOCATA
Nasce a Zurigo (CH) nel 1972. Dal 1982 compie le prime esperienze pittoriche nel laboratorio dei maestri Antonio e Donatello Palermo, in Cutrofiano (LE). Dopo aver conseguito il diploma di Maturità Artistica, presso il Liceo Artistico Statale di Lecce e il Diploma di Maturitàd’Arte Applicata (in decorazione pittorica) presso l’Istituto Statale d’Arte “G. Pellegrino” di Lecce, conclude col massimo dei voti il ciclo di studi presso l’Accademia di Belle Arti di Lecce (Scuola di Pittura), con una tesi sperimentale sulle scritture scomparse e contemporanee dal titolo “SCRIPTA MANENT”. Partecipa ad un corso universitario multidisciplinare su “Educazione e Sviluppo” e ad un corso post-diploma come “Operatore dell’Imprenditoria Artistica dei Beni Culturali”. Dal 1986 iniziano le sue numerose attività pubbliche, mostre
personali e collettive nel panorama salentino e nazionale. Dal 2001, superato il Concorso Ordinario presso il Provveditorato agli studi di Bergamo, ha affiancato l’insegnamento alla professione di pittore, rispettivamente in provincia di Varese e in provincia di Lecce. Dal 2014 insegna stabilmente presso il Liceo scientifico “L. da Vinci” di Maglie (Le).
1994 Personale d’Arte nel Centro Storico di Cutrofiano
(Le); Collaborazione alla Rivista “Sanità UIL” quale disegnatore e vignettista; 1996 “Segnalibro”: segni e segnali della Penisola Salentina – Convento degli Agostiniani, Melpignano (Le); “Senza Superflui: dialoghi per una cultura non indifferente” SPECIMEN TEATRO – Associazione “Arcimondo”, Pisignano (Le); “Puliamo il mondo”, Legambiente (Le) a cura di Marina Pizzarelli, ABA di Lecce; Rassegna grafica “Omaggio a Pier Paolo Pasolini”, in collaborazione con l’ Associazione Incisori Pugliesi, Stamperia Zaiama e del Comune di Lusevera (Udine); Realizzazione delle scenografie per la mostra archeologica “Regina Viarum” della “Fondazione Memmo” di Lecce; 1999 “Festival Internazionale del Cinema d’Animazione e del Fumetto – IV Edizione” – “Premio Signor Rossi”; V Edizione de “Libri Mai Mai Visti”, concorso per prototipi di libri mai editi presentati in pubblico o recensiti, VACA (Vari Cervelli Associati) Comune di Russi, in collaborazione col Museo dell’Illustrazione di Ferrara; 2001 Collettiva d’Arte “ArtSom – moStrA” – Galleria Torre Matta – Otranto (Le); “Disegnare Colorare Dipingere”, docente del corso di pittura e disegno per adulti Cutrofiano (Le); Docente nel “Corso di Pittura e Disegno per detenuti tossicodipendenti” (mostra collettiva dal titolo “Profumo d’Arte”), Ministero di Grazia e Giustizia, Casa Circondariale “Borgo S. Nicola” di Lecce. 2003-2008 Organizzatore di mostre collettive dal titolo “Sogni sul Cavalletto” presso l’Università del Melo di Gallarate (Va); 2004 “Premio di pittura città di Busto Arsizio (Va) B.A.rt. 2004”; 2008-2009 Progetto cinema: collaborazione alla realizzazione delle scenografie del film del regista Alessandro Leone “La diversità colora il mondo”, corto classificato secondo al concorso Cortisonici e al premio Gavioli, vincitore di due premi al concorso internazionale Plural Plus a New York; 2009-2013 Coordinatore (insieme ad altri docenti) del laboratorio di scenografia della “Compagnia degli Inquieti” per la realizzazione delle scenografie dei seguenti spettacoli: “Don Giovanni”; “Dialoghi”; “Marie Curie”; “Reti”; “E a voi piace caldo?”, rivisitazione teatrale del celebre film “A qualcuno piace caldo”.
TIZIANA DELL’AVVOCATA
Tiziana Dell’Avvocata nasce a Zurigo il 02/11/1975, vive dal 1981 a Cutrofiano (Le). Diplomata all’Istituto Magistrale di Maglie (Le), attualmente laureanda in Pedagogia dell’Infanzia nell’Università del Salento, insegna da sedici anni nella scuola materna. Vince il Concorso bandito con D.D.G. n. 82 del 24 settembre 2012. Attualmente è docente a Ostuni presso il Circolo Didattico “Pessina-Vitale”. Il 6 luglio 1996 vince il primo premio “Pagine Vergate”, Primo Concorso Poesia e Immagine, Associazione Culturale “Ekagra”-Tuglie, con la Poesia “Libera di Volare”. Partecipa al “Tour Music Fest”, Festival Nazionale della Musica Emergente, edizione 2007, patrocinata dalla Regione Lazio. Pubblica dal 2012 al 2016 vari testi poetici nel Giornale “Sentieri di Libertà” , periodico di Cutrofiano (Le). Nel 2014 l’Editrice Pagine di Roma pubblica alcuni suoi testi poetici nella Collana n.47 “Sentire” – Poeti e Poesie, in cartaceo, in e-book e online. Da sempre ama il canto e scrive di getto le sue composizioni, in un misterioso filo che collega cuore, mano e lettore.
TIZIANA DOLLORENZO SOLARI
Tiziana Dollorenzo Solari è autrice de “i sogni dei bambini del mondo”, progetto di ricerca scientifico-artistico che continua lo studio sulle dinamiche psicosomatiche e antropologiche del respiro condotto per oltre 25 anni per gli studenti delle diverse facoltà dell’Università del Salento. Ha lavorato, nel 2011, sul respiro e l’apprendimento del pensiero interdisciplinare presso la Scuola Superiore ISUFI – Università del Salento. L’attenzione sull’interdisciplinarità nel linguaggio artistico è stata il motore per rivolgersi ai bambini delle diverse tradizioni e culture, per una nuova interpretazione dei disegni dei bambini e dei gesti, attraverso le performance itineranti,realizzate dal 2004 al 2014, sostenute nella parte scientifica dall’Ordine dei Medici di Roma, Lecce e L’Aquila, accolte dalle Ambasciate Italiane all’Estero. Dal 2011 il suo pensiero è studiato in comparazione con l’autore Alberto Savinio, in una ricerca sul rispecchiamento del fruitore nell’arte presso Université Sorbonne-Nouvelle Paris3. Nel 2016 l’autrice conclude il progetto “i sogni dei bambini del mondo” con la donazione degli estratti e teli delle performance a centri di eccellenza nel campo dell’arte, della scienza e della cura, componendo una mappa internazionale di indirizzi custodi permanenti dei segni antropologici dei bambini. Rif. Facebook: isognideibambini delmondo.
Tra le pubblicazioni: “Nei tempi del respiro”, Università del Salento, Editrice Salentina, Galatina, 2004; “Frammenti di dialogo filosofico” con Maurizio Daggiano, Collana i sogni dei bambini del mondo, I Vol. Editrice Salentina, Galatina, 2008; “L’Album dei Disegni” – Estratto di ricerca sullo psichismo del respiro nel disegno dei bambini, Comune di Lecce, 2010-2011. Autrice del video d’arte “i sogni dei bambini del mondo”, comparazione tra i disegni dei bambini e le opere dei grandi autori dell’arte moderna e contemporanea, 2009; “Vento di primavera nelle città del futuro”, Casa Editrice léndaro g. càmiless &dizioni clandestine, Lecce, 2014.
LOREDANA FIOROLI
Vive ed opera a Trento. La sua formazione artistica, nel campo della ceramica, inizia nei primi anni ottanta e le sue ricerche da subito si orientarono nel campo e nello studio del colore applicato a precise forme geometriche, docet Euclide. Nel corso degli anni consegue una particolare preparazione frequentando un laboratorio di eccellenza diretto dal Maestro Eusebio in quel di Granada (Spagna). L’esercizio
appreso nel corso del suo soggiorno spagnolo le ha permesso di apprendere l’antica tecnica araba della “cuerda seca”, risalente al XV sec, la cui peculiare caratteristica fu quella di utilizzare l’azulejo, i colori bianco e azzurro. Numerose e qualificate sono le sue presenze in campo nazionale nel settore dell’industria designer.
TOMMASO GRECI
Tommaso Greci, architetto (Nardò – Lecce 1966), si laurea presso l’Università degli studi di Firenze con tesi di Consolidamento statico del Duomo di Orbetello (Gr), consegue l’abilitazione all’esercizio della professione, iscritto all’Ordine degli Architetti della Provincia di Lecce, abilitato alla progettazione sicurezza cantieri, certificatore energetico, iscritto all’Albo del Tribunale di Lecce come CTU. Fino al 2004, risiede a Firenze e collabora con lo studio di ingegneria Fabricanova srl al progetto della sistemazione urbana e delle attività di spettacolo Castelvetere sul Calore (Av). Dal 2005, si trasferisce nel Salento dove partecipa, in collaborazione con prestigiosi studi di ingegneria- architettura (Etacons srl), in opere pubbliche come il progetto esecutivo dell’interporto Regione Puglia Lamasinata Bari; restauro e adeguamento delle facciate di Palazzo Metternich, sede dell’Ambasciata Italiana a Vienna; progetto esecutivo di un porto turistico in Rodi Garganico (Fg); restauro e consolidamento funzionale del Teatro Apollo in Lecce; progetto di riqualificazione di Piazza Partigiani in Lecce. Attualmente, sta seguendo alcune ricerche progettuali relative alle architetture per il restauro, risparmio energetico, in concomitanza allo studio della forma-materia-luce e design di edifici, per committenze private straniere.
GLAUCO LEO
Nasce a Francavilla Fontana (Br) nel 1977. Lavora quasi venti anni come operatore di ripresa e montatore per TV e agenzie nazionali ed estere, finché apre la propria attività dedicandosi esclusivamente alla realizzazione di siti internet e alla comunicazione identitaria nel web. Ma è nella ricerca dei sistemi di scrittura alternativi nel campo musicale che trova maggiore potere espressivo. Inizia lo studio della musica e della chitarra classica nel periodo scolastico, perfezionandosi in seguito presso la ArtsAcademy di Roma, con professionisti
della musica per il cinema come il M° Arturo Tallini. Tra le collaborazioni ricordiamo le quattro lezioni di musica contemporanea dedicate al segno e al simbolo, nell’ambito del progetto “La Stanza del Suono”, work shop organizzato all’interno dell’Accademia di Belle Arti di Lecce. Tuttora lavora ad un sistema per la codifica dell’audio che potrebbe presto vedere la luce
ELISA LINCIANO
Elisa Linciano nasce a Lecce e vive e opera a Merine (LE). Si laurea presso la scuola di Pittura dell’Accademia di Belle Arti di Lecce. Le sue tele dai colori caldi e ricchi di sfumature, alle volte informali, con la cura del dettaglio e la ricerca di nuovi materiali, bene esprimono tutta la passione dell’artista per la pittura.
2011. Ia Biennale Internazionale Città di Lecce – Galleria d’Arte Stomeo – Martano (LE) – Collettiva della “Rassegna colori in concerto” – Galleria d’Arte Stomeo – Martano (LE) – “Salento Silente”, l’arte sosta nei luoghi storici, Canonica S. Stefano – Soleto(LE) – “Arte al Museo” – Museo Faggiano – Lecce – 2012. II Biennale di Arte Moderna e Contemporanea “Città di Lecce” – Castello Carlo V – Lecce – “RinfrescArte” – Rassegna Artistica Internazionale – Galleria D’Arte Vista – Roma – “Salento Silente”- Castello Aragonese di Palmariggi (LE) – 2013. Torino Lecce Luxor – Galleria D’Arte Biblioteca Scientifica di Luxor – Egitto.
VITTORIO PREITE
Nato a Spongano (LE) nel 1973. Il mio amore per l’arte è nato dopo un percorso di studi completamente diverso; sono infatti diplomato tecnico delle industrie meccaniche e oggi lavoro come insegnante di meccanica in un istituto professionale della provincia di Lodi. La scelta universitaria, però, è caduta sull’Accademia delle Belle Arti di Lecce, dove mi sono laureato nel 1997. Il mio più grande interesse è la pittura, ma mi appassionano anche la fotografia artistica e l’incisione. Dall’anno scorso, inoltre, ho iniziato un approfondimento nella tecnica del fumetto; frequento infatti un corso organizzato da un’associazione culturale locale e sto collaborando, come docente, ad alcune lezioni di fumetto rivolte agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado del territorio.
ROSSELLA RAGUSA
Giunta al duplice raggiungimento della maggiore età, dopo anni di abbandono e latitanza da qualsiasi forma di ricerca artistica, pittorica e filosofica, “ciò che resta del fuoco” – direbbe Derrida – ha ripreso ad ardere, ed il movente (“galeotto fu ‘l libro e chi lo scrisse”), è riconducibile a Platone che, con la sua “Repubblica”, è forse stato il maggior artefice del “risveglio” a stretto contatto con l’etica aristotelica.
Rossella Ragusa nasce nel 1974 a Brindisi e si laurea in pittura, presso l’Accademia delle Belle Arti di Lecce. Attualmente studia filosofia presso l’ateneo San Raffaele di Milano. Partecipa a varie esposizioni ed estemporanee organizzate in Puglia e, nel 1996, scrive “Oro di Puglia” per Graziano Bertoldi, artista cremonese. Vive a Cremona dal 1996, dove insegna storia dell’arte ed organizza laboratori artistici dal 2001.
Rossella Ragusa nasce nel 2012, a Cremona.
Tutta la vita che precede, altro non è che gestazione lunga, continua, incessante ed inconsapevole. Basta vedere la luce per essere nati? Forse no
PAOLO SARACINO
Paolo Saracino nasce a Viganello, in Svizzera, nel 1973.
Nel 1992 consegue il diploma di maturità d’Arte Applicata nella sezione grafica pubblicitaria, fotografia e cinematografia.
Appassionato di pittura e di arti visive, decide di proseguire i suoi studi all’Accademia di Belle Arti di Lecce e poi di Firenze, diplomandosi
nel 1997 con la tesi in Estetica “L’Espressionismo e il cinema”.
Nel 2000 si specializza come video editor presso l’Accademia per le Arti Cinematografiche di Bologna.
Attualmente vive a Roma dove si occupa di editing video e realizza progetti su arte e cultura portando avanti la sua ricerca fotografica
FRANCESCA TESTA
Francesca Testa, artista e designer, nasce nel Salento in Tuglie (Lecce), si diploma in Design Orafo e consegue la laurea all’Accademia delle Belle Arti di Lecce; approfondisce gli studi come figura professionale di “Manager della Gestione Museale e dei Beni Culturali”.
La personale visione del mondo insieme al suo linguaggio visivo che la caratterizza, ne vale la pubblicazione in libri di autori contemporanei ed in diverse riviste specializzate e di settore, oltre a riconoscimenti e premi. Numerose e prestigiose sono le esposizioni in mostre personali e collettive, ed importanti commissioni da parte di privati, enti pubblici ed ecclesiastici (2003/2008 realizza opere pittoriche di grande formato per le chiese di Conidoni, Favelloni e Scigoni in Calabria e nelle chiese di Tuglie e Montegrappa in Puglia).
Intraprende importanti collaborazioni con aziende del territorio e internazionali (Saim srl ; Cam; Alda; Heineken; Harley Davidson), come progettista di nuovi prodotti e curatrice d’immagine per campagne pubblicitarie. Collabora attivamente con noti studi di architettura, grafica, fotografia, moda e design. Le “Utopie possibili” a cui lega le sue visioni e la sua produzione pittorica, sono “Viaggi di solo andata” dove immergersi per cercare quel filo rosso che unisce il senso dell’esistere. Dal 2000 ad oggi, copre un ruolo di fondamentale importanza nell’azienda di famiglia, Europroject, come progettista di locali pubblici Ho.re.ca settore contrac e settore privato home. Concetto base del suo lavoro si basa sull’interrelazione tra ambiente-uomo-prodotto, incipit fondamentale della sua ricerca artistica e progettuale è il connubio tra arte e design.
Biografie degli Autori presenti agli eventi
NINO BIANCHI
Nino Bianchi è  nato a Fidenza (PR) nel 1956 ed è un Missionario Laico.
Dopo essersi diplomato Perito Agrario Antinfortunista, si dedica con passione agli studi universitari di Sociologia, Psicologia e Teologia.
Lavora in Regione Emilia-Romagna come funzionario tecnico ambientale nell’”Agenzia Regionale per la Sicurezza Territoriale e la Protezione Civile”, sede di Parma.
Nel passato ha coordinato realtà di Volontariato Associativo di Protezione Civile, Sanità, Ambiente e Socio-Assistenziale.
Ora si occupa d’interrelazione sociale e, come consulente Cristiano, svolge attività di relazione d’aiuto, anche organizzato.
ANDREA DE SIMEIS
Andrea De Simeis, maestro cartaio e incisore, è membro fondatore dell’Associazione Culturale  Àremu e del gruppo Cubiarte; verga carte con tecniche orientali del VII sec. medioevali da fibre naturali delle più disparate specie botaniche del Mediterraneo; stampa al torchio a stella; prepara colori alla maniera delle botteghe d’arte del Rinascimento con tecniche tintorie tessili. Alterna l’attività espositiva alla didattica.
ENZO FINA
Enzo Fina è nato a Salice Salentino nel 1960 ed ha ottenuto nel 1982 la laurea/diploma in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Lecce concentrando i suoi studi verso la relazione tra colore e suono. Sin dall’inizio della carriera di musicista, la sua sensibilità verso la natura acustica dei suoni e l’approccio interdisciplinare tra musica e arti visuali, lo hanno portato alla creazione del proprio strumento che ha chiamato “fina”. Da polistrumentista e costruttore di strumenti musicali, Enzo Fina ha lavorato con vari gruppi di musica e di teatro preponendosi obiettivi diversi che vanno dalla ricerca sulla musica di tradizione orale alla composizione di musiche per film, dal teatro di strada al teatro antropologico. I gruppi musicali “Canzoniere di Ricerca Popolare”, “Carmenzo”, “Ancient Grooves” e “MUSICàNTICA” di cui con Roberto Catalano ne è il cofondatore; i gruppi teatrali e di danza “Teatro Infantile di Lecce”, “Mediterranea”, “Teatro la Pupa de Sevilla” e “VOX Dance Theatre”; le proprie composizioni/ performance per installazioni di Land art oltre alle colonne sonore come quella del film “Maangamizi the Ancient One” creata in collaborazione con Cyril Neville, hanno fatto sì che viaggiasse in Italia, Spagna, Portogallo, Olanda, Marocco, Canada, Messico e Stati Uniti, dove ha vissuto per più di vent’anni. Oltre a insegnare musica, arti visuali, costruzione e uso di maschere e strumenti musicali in scuole pubbliche e private, dalle elementari a università, Fina ha lavorato anche come musico‐terapeuta in residenza presso il Children Hospital di Los Angeles così come in altre istituzioni specializzate in riabilitazione giovanile. “Science of Sound” è il nome di uno dei programmi che ha insegnato con grande successo per la Pasadena Pops Orchestra. Nel 2006 ha ricevuto a Los Angeles il 2006 IOHI (Italian Oral History Institute) Award, premio in riconoscimento dell’importanza del suo ruolo nella trasmissione e diffusione della musica e della tradizione orale italiana negli USA. Tornato in Italia nel 2014 ha fondato il gruppo musicale “Contrabbanda Zanguni” che lavora in collaborazione col gruppo di animazione di strada che costruisce i propri pupazzi giganti “Gigamondo”.
SIMONE FRANCO
Nasce a Lecce nel 1973. Artista, regista, attore, performer, nel 1992 all’età di 19 anni si trasferisce a Roma, per studiare Teatro presso l’Università La Sapienza, dove vive per 20 anni. Come attore si forma frequentando numerosi Corsi di Specializzazione con i maggiori Registi ed Attori italiani del Teatro Contemporaneo (Dario Fo, Carmelo Bene, Leo De Berardinis, Danio Manfredini, Carlo Quartucci). Studia a Venezia presso il Teatro a l’Avogaria, Commedia dell’Arte, recitare con la maschera e scherma teatrale. Studia il training e le tecniche del Mimo e del Teatro Gestuale con gli attori del Living Theatre, Odin Teatret, Marcel Marceaux, il Teatro Balinese con Tapa Sudana, il metodo dell’attore biomeccanico con i maestri russi Nicolaj Karpov e Gennadi Bogdanov. Studia Storia e tecniche del Teatro Danza Butoh con Masaki Iwana e Yoko Murunoi.
GIULIO GRECI
Giulio Greci, nato a Udine nel 1998, all’età di 4 anni si è avvicinato al mondo della musica e a 6 allo studio del violino. Ha superato l’esame di ammissione al conservatorio Tomadini di Udine a 10 anni, dove tuttora è iscritto al nono corso sotto la guida del Maestro G.Fontanella. Ha partecipato a numerosi masterclass di perfezionamento tenuti da vari Maestri di fama internazionale, tra cui S. Milenkovich, V.Meljnikov, L.Birringer, H.Fister, I.Volochine e S.Makarova. Ha collaborato con l’orchestra Accademia d’Archi Arrigoni con la quale, oltre a partecipare a diversi concerti in vari teatri, ha anche preso parte all’incisione di due CD per la rivista musicale Amadeus e di uno per la Rai. E’ attualmente spalla dell’Orchestra Nazionale dei Conservatori Italiani. Si è aggiudicato numerosi primi premi a concorsi nazionali ed internazionali, tra cui il primo premio assoluto con 98 centesimi al concorso nazionale giovani musicisti “Città di Palmanova” (2014), il secondo premio con 93 centesimi al 13° concorso internazionale “Premio città di Padova” (2015) e il primo premio assoluto con 97.86 centesimi al XX concorso internazionale per giovani strumentisti a Povoletto (2016).
ROBERTO LAZZERINI
Nasce a Bevagna (PG) nel 1950. È stato per lunghi anni dal 1977 insegnante di scuola e formatore presso l’IRRSAE (istituto regionale ricerca sperimentazione aggiornamento educativo) poi IRRE (istituto regionale ricerca educativa), attualmente ha un incarico, dall’anno accademico 2001-2002, come supervisore di tirocinio e poi come tutor coordinatore, presso il corso di laurea in Scienze della Formazione Primaria del Dipartimento di filosofia, scienze sociali, umane e della formazione dell’Università di Perugia.
Come esperto di cinema e di audiovisivi ha curato e organizzato per il Comune di Foligno, per l’ex Consorzio Urbanistico Valle Umbra Sud, per il Circuito Cinematografico Regionale dell’AUDAC (ora FUS), e per altri Enti lrassegne cinematografiche dal 1981 al 1998.
Dal 1983 è stato curatore della sezione Cinema del Festival “Segni Barocchi”; dal 1997 al 2015 ha fatto parte del coordinamento per la programmazione del Festival.
Nel 2007 è stato cofondatore dell’associazione culturale Sovversioni non sospette slr (società a lettura responsabile) e per cinque anni ne è stato presidente.
Nel 2012 è stato cofondatore dell’associazione culturale Cineclub Astr/azioni e ne è tuttora presidente.
VITTORIO PETESE
Vittorio Petese nasce a Bari.
Nel 2015 consegue suo malgrado la laurea in Legge, con una tesi in Diritto Internazionale dal titolo “L’uso della forza e il peace-enforcement – si vis pacem para bellum”.
Durante gli anni universitari inizia ad inseguire la chimera della scrittura, firmando articoli per Unireport – il giornale online dell’Università del Salento di cui diventa caporedattore. Un anno dopo collabora alla realizzazione della Pista Letteraria sotto l’egida dell’Organizzazione Bicinema, spendendosi come autore di Fiabe Contemporanee.
Attualmente veste i panni del recensore per la rivista di cultura militante Generazioni di Scritture della casa editrice Milella.
COSIMO RACANIELLO
Cosimo Racaniello è nato a Lecce nel 1967, consegue la maturità artistica e poi il diploma all’Accademia di Belle Arti di Lecce in pittura, alla cattedra del prof. Spanò, con la tesi” Dal manoscritto alla stampa”. partecipa poi nel 1989 all’Expolevante con un trittico : tra sogno e realtà.
Attualmente infermiere professionale, è appassionato alla grafica antica, ai testi e alle iconografie di incunaboli ,cinquecentine  e manoscritti  inediti, esegue riproduzioni di stemmi araldici, alberi genealogici e trascrizioni su pergamena per conto di nobili famiglie; si dedica attualmente allo studio dell’antico reinterpretando schemi iconografici classici, stabilendo un ponte tra tradizione e innovazione, grazie anche a conoscenze storico-bibliografiche.
A settembre 1988 partecipa all’organizzazione grafica e pittorica del Convegno Pastorale della Chiesa di lecce, con bozzetti, disegni, progettazione di cartelloni e copertine di depliants. Dal 1996 numerose collaborazioni con Specimen teatro di Salvatore Gervasi e autore della decorazione di un teatrino dei burattini per conto della stessa compagnia teatrale. Dal 1990 frequentando lo studio della sig.ra Lidiana Miotto a lecce, ha approfondito le ricerche su tecniche di restauro e conservazione di pergamene e materiale cartaceo, affinando così tecniche decorative attinenti al manoscritto e la miniatura. attualmente presente nel sito del Centro di Restauro di materiale cartaceo di lidiana Miotto come esperto calligrafo.
Varie partecipazioni a personali di pittura e collettive presso la galleria Il Grifone a Lecce, a rassegne d’arte de Il Cenacolo a lecce, e collettive premio internazionale di arte e poesia S. Annibale a Oria, con numerosi premi e riconoscimenti.